Curriculum

Per lei il sipario si alza nel 2003 quando si appassiona al mondo del teatro e dello spettacolo preparando un esame di storia del teatro per la laurea al DAMS.

Studia commedia dell’arte e maschera, piccola acrobatica e mimo corporeo astratto, canto e danza, lettura interpretativa e recitazione, poi si getto a capofitto nel teatro d’improvvisazione.

TEATRO SU TESTO

Riempie la sua valigia d’attrice grazie agli insegnamenti di Fabio Mangolini, Michele Monetta, Roberto Cuppone, Bruno Lovadina, Donato Sartori, Danio Manfredini, Gianni Conversano, Silvia Paoli, Stefano Pagin, Natalino Balasso, Alessio Pizzech, Giuliana Musso, Sara Armentano, Roberto Turchetta, Matteo Belli, Stefano De Luca.

Dal 2003 al 2005 frequenta la scuola per attori di Bel Teatro di Padova, nel 2007/2008 il corso pilota dell’Accademia Teatrale Veneta e dal 2005 al 2012 la Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale prima con la realtà bolognese Belleville e successivamente con l’Associazione Culturale CambiScena di Padova.

Ha lavorato e maturato esperienza sul campo come interprete e cantante negli spettacoli della compagnia Accademia di Teamus, in performance di teatro di strada, in commedie brillanti con il Teatro dei Curiosi, come attrice per la compagnia Questa Nave (“Come uno scarafaggio sul marciapiede” regia Antonino Varvarà – produzione Questa Nave/Compagnia TrePunti) e ha recitato in animazioni/cene con delitto del gruppo Tocchi&Ritocchi di Bologna.

Dal 2008 fonda la Compagnia TrePunti portando in scena in Veneto e in Italia produzioni indipendenti di teatro d’autore grazie alla collaborazione di registi come Stefano Pagin (regista e adattatore de “Il Cappotto” di N. Gogol), Fabio Mangolini (regista e traduttore di “Squash” di E. Caballero, spettacolo finalista all’edizione 2012 del Premio Off #3 del Teatro Stabile del Veneto) e Alessio Pizzech (autore e regista dello spettacolo “Spensare” tratto da “Le Carte – anni sessanta” di Luigi Meneghello, che debutta nel 2014 al Festival Inequilibrio di Castiglioncello – LI).

Tra il 2016 e il 2017 lavora come attrice per la compagnia Theama Teatro di Vicenza nella produzione “Fiore di cactus” con Benedicta Boccoli e Maximilian Nisi (regia di P. Piccoli e A. Genovese) andata in scena in prima nazionale al Festival Teatrale di Borgio Verezzi (SV).

TEATRO D’IMPROVVISAZIONE

La sua formazione nel mondo dell’improvvisazione teatrale è accompagnata, tra gli altri, dalla compagnia bolognese Teatro a Molla (Antonio Vulpio, Luca Gnerucci, Antonio Contartese), Alberto di Matteo, Daniele Marcori, Yves Roffi, Barbara Klehr, Jim Libby, Omar Galvan, Ralph de Rijke, Javier Cura, Sean Mc Cann, Rama Nicholas, Yann Van Den Branden, Marta Borges, Per Gottfreddson, Patti Stiles, Randy Dixon.

Dal 2009 è co-fondatrice, vice-presidente, responsabile organizzativa per l’Associazione Culturale CambiScena di Padova e dal 2015 responsabile della direzione didattica. E’ inoltre regista, docente ed attrice in spettacoli di teatro d’improvvisazione (Director’s Cut, Mario, Prova Generale, Freestyle, On Demand, Banana, Theatre Jockey, Pesci Rossi, Harold, Due, La Finestra, Theatresports) per la compagnia padovana.

Lavora come formatrice per l’associazione nazionale Improteatro e come attrice in spettacoli di improvvisazione teatrale (Imprò, Harold, Catch Imprò, Jam Session, Match) in Italia e all’estero.

Dal 2015 è attrice per la compagnia Quinta di Copertina (L’Inedito di W. Shakespeare) e recita in spettacoli (TheatreSports, La parola con la A, MicroscOpera) della compagnia Teatro a Molla di Bologna.

Dal 2016 cura la formazione e la direzione artistica, per conto dell’Associazione Culturale CambiScena, della Compagnia Improschegge di Verona.

Collabora inoltre con scuole, aziende, compagnie e gruppi teatrali (Rabbit Hole, Theama Teatro, Officine Guitti, UILT, Digital Accademia, H-Farm, Mondadori, Donna Moderna ecc..) come consulente, regista e docente in progetti di formazione attraverso il teatro e l’improvvisazione.

Annunci